CREARE UN ACCESS POINT CON UN RASPBERRY PI

In questo articolo spiego come creare un Access Point tramite l’utilizzo di un Raspberry PI con sistema Linux Raspbian.
Devo ringraziare Geek o Nerd dato che è stato grazie ai suoi video e in particolare a questo, che sono riuscito a configurare il mio Raspberry come Hotspot.

Procedura

  1. Creare il file ssh.
  2. Accedere alla scheda SD contenente il sistema Raspbian.
    Possiamo farlo inserendo la scheda contenente il sistema Raspbian in un adattatore usb e collegando quest’ultimo ad un qualsiasi sistema operativo.
    Fatto questo dovremo entrare nella directory “boot” e creare un file vuoto.
    Infine dovremo rinominare il file ssh

  3. Reinserire la scheda SD nel Raspberry ed avviarlo
  4. Identificare l’indirizzo IP assegnato dal router al Raspberry
  5. Collegarsi da remoto al Raspberry tramite SSH:
  6. Se usate windows, per farlo dovrete installare un software come per esempio Putty.
    In questa guida, tuttavia, darò le spiegazioni riguardanti un sistema Gnu-Linux derivato Debian.

    Aprite il terminale e digitate:

    ssh utente@indirizzoIP

    al posto di utente dovrete inserire il nome utente che avrete scelto (se non lo avete fatto il nome utente di default è pi, e al posto di indirizzoIP dovrete digitare l’indirizzo IP del Raspberry identificato al passo precedente.
    Date invio ed inserite la password.
    Se non ne avete impostata una personale, cosa importantissima da fare, quella di default è raspberry

  7. Impostare una password personale.
  8. Sul terminale digitare

    passwd

    Scegliere una password

  9. Aggiornare il sistema e i pacchetti:
  10. Sul terminale digitare

    sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

    Dare invio ed attendere il completamente dell’aggiornamento.

  11. Installare i pacchetti Hostapd e Bridge-utils:
  12. Sul terminale digitare

    sudo apt-get install hostapd bridge-utils

    Dare invio

  13. Stoppare temporaneamente il processo hostapd:
  14. Sul terminale digitare

    sudo systemctl stop hostapd

    Dare invio

  15. Creare un ponte tra le interfacce di rete ethernet e wlan:
  16. Sul terminale digitare in sequenza

    sudo brctl addbr br0
    sudo brctl addif br0 eth0 wlan0

    Dare invio

  17. Indicare il ponte al sistema operativo:
  18. aprire il file interfaces digitando il comando seguente

    sudo nano /etc/network/interfaces

    all’interno del file inserire le seguenti configurazioni:

    iface eth0 inet manual
    iface eth0 inet6 manual
    iface wlan0 inet manual
    iface wlan0 inet6 manual

    auto br0
    iface br0 inet manual
    bridge_ports eth0 wlan0

    Chiudere e salvare. Per farlo premere CTRL+X e successivamente Y e premere invio.

  19. Assegnare un indirizzo ip statico al bridge.
  20. Per farlo aprire il file dhcpcd
    Sul terminale digitare

    sudo nano /etc/dhcpcd.conf

    inserire le seguenti istruzioni

    denyinterfaces eth0 wlan0

    interface br0
    static ip_address=192.168.XXX.XXX/24
    static routers=192.168.1.1
    static domain_name_servers=192.168.1.1 8.8.8.8

    Sostituire 192.168.XXX.XXX con l’indirizzo del Raspberry e 192.168.1.1 con l’indirizzo del router.
    Salvare il file

  21. Configurare Hostapd:
  22. Sul terminale digitare

    sudo nano /etc/hostapd/hostapd.conf

    inserire i seguenti parametri

    interface=wlan0
    bridge=br0
    #driver=nl80211
    ssid=NomeDellaWiFi
    hw_mode=g
    channel=7
    wmm_enabled=0
    macaddr_acl=0
    auth_algs=1
    ignore_broadcast_ssid=0
    wpa=2
    wpa_passphrase=PasswordDellaWiFi
    wpa_key_mgmt=WPA-PSK
    wpa_pairwise=TKIP
    rsn_pairwise=CCMP

    Andranno modificati il campo ssid in cui andrà specificato il nome della rete e il campo wpa_passphrase in cui andrà inserita la relativa password.
    Salvare e chiudere.

    In seguito sul terminale digitare

    sudo nano /etc/default/hostapd

    Sostituire la linea

    #DAEMON_CONF

    con

    DAEMON_CONF=”/etc/hostapd/hostapd.conf”

    salvare e chiudere

  23. Riavviare Hostpad
  24. Sul terminale digitare

    sudo service hostapd start

    Dare invio.
    Se non dovesse avviarsi correttamente dare i seguenti comandi in sequenza:

    sudo systemctl unmask hostapd
    sudo systemctl enable hostapd
    sudo service hostapd start
  25. Riavviare il raspberry digitando:
  26. sudo reboot -n

La procedura a questo punto è terminata.
Nei vostri dispositivi dovrebbe comparire anche la nuova rete wifi che avete appena creato e potrete accedervi digitando la password che avrete scelto al punto 12 di questa guida.


L’articolo ti è piaciuto? Puoi aiutarmi installando sui tuoi dispositivi Brave, il browser gratuito più veloce e sicuro con blocco delle pubblicità e del tracciamento dei dati degli utenti incorporato.